Attraverso il sito sono installati cookie di terze parti profilanti descritti nell'informativa cookie completa. Cliccando sul tasto "OK" l'utente accetta l’installazione di tali cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.

Stampa

NEL 2014 FATTURATO A 45,9 MILIONI E UTILE NETTO A 2,1 MILIONI (+31,08%)

by Super User
on Aprile 27, 2015

L’azienda è stata ammessa al progetto Elite di Borsa Italiana. L’azionista di riferimento Alessandro Pedone: “Siamo uno dei soggetti più dinamici del nostro settore. Cresciamo solo per spinta interna e puntiamo a 100 milioni di fatturato entro il 2018”.

Roma-Udine 24 aprile 2015, ore 13.00. “Il nostro è un percorso ventennale segnato da una crescita costante, confermatasi anche in un orizzonte di stagnazione generalizzata: il 2014 per noi si è chiuso con un significativo +10,62%, con un fatturato consolidato di 45,9 milioni di euro. Sottolineamo anche il risultato d’esercizio, con l’utile netto che raggiunge i 2,1 milioni di euro (+31,08%) rispetto a 1,64 milioni del 2013. Un risultato tenacemente perseguito attraverso l’ottimizzazione dei servizi, la ricerca di nuove soluzioni, l’attenzione all’evoluzione del mercato, l’apertura di nuovi business che hanno consolidato il nostro già ampio patrimonio di esperienze”. Queste le dichiarazioni anticipate da Alessandro Pedone, azionista di riferimento di Gruppo Servizi Associati S.p.A. alla presentazione del bilancio 2014 della società che ha sede a Roma e Direzione Generale a Tavagnacco - Udine.
“A conferma di un’impostazione vincente della gestione – continua l'A.D. Enrico Dri – c’è l’ulteriore contrazione degli oneri finanziari sui ricavi, scesi allo 0,77% contro lo 0,96% dell’anno precedente: un valore significativo se pensiamo che il 65% del nostro venduto si rivolge alla Pubblica Amministrazione. Infine, accanto all’aumento di capitale sociale, oggi a 3 milioni di euro interamente versati, ricordiamo anche il patrimonio netto dell’azienda, che ha portato il suo valore a 7,7 milioni di euro contro i 6 milioni di euro del precedente esercizio”.
Oltre a quanto anticipato dagli eccellenti dati economici, da ricordare che il 2014 è stato segnato da alcuni eventi notevoli per G.S.A.: come l’aggiudicazione dei servizi di sicurezza antincendio per l’intera viabilità della Comunità Urbana Gran Lyon di Lione, alla quale ha fatto seguito l’apertura di una branch dedicata allo sviluppo internazionale situata proprio nel cuore della cittadina francese. Accanto a questo, l’installazione sotto il tunnel del Gran Sasso, alla presenza dei più alti vertici del Governo Italiano e dei massimi operatori infrastrutturali nazionali, del sistema di sicurezza antincendio a droni mobili telecomandati iTunnel, una tecnologia altamente innovativa completamente nata e sviluppata in casa G.S.A..
G.S.A. opera nel settore del global service e facility management, con una leadership europea nel settore della sicurezza e prevenzione incendi nella quale è attiva con una divisione ad altissima specializzazione che gestisce la safety per infrastrutture strategiche in Italia e Francia, e ha il suo fiore all’occhiello nel servizio di sorveglianza antincendio e primo intervento nel tunnel del Monte Bianco, con una continuità di prestazioni ininterrotta dal 2006, e che si protrarrà fino al 2019.
“La crescita si conferma solo a fronte di un’organizzazione strutturata della propria offerta e di un controllo rigoroso della sua qualità” dichiara ancora Enrico Dri, Amministratore Delegato di Gruppo Servizi Associati. “Esclusivamente partendo dalla qualità e mirando ad acquisire commesse ad alta specializzazione si può ottenere una redditività crescente. Offriamo livelli elevati di prestazione e il mercato ci premia per questo. Per il secondo anno consecutivo il nostro bilancio è certificato da Price Waterhouse Coopers (PWC) ad ulteriore garanzia della nostra affidabilità e trasparenza”.
Il portafoglio clienti delle tre divisioni del Gruppo, Safety, Facility Management e Security” si conferma sempre ad altissimi livelli.
Motore del Gruppo è la divisione Safety con un portafoglio clienti impreziosito dai nomi dei più importanti nosocomi italiani che nel 2014 hanno confermato l’aggiudicazione dei servizi per la sicurezza antincendio a G.S.A.: il Policlinico Gemelli, l’Ospedale Pertini, l’Ospedale San Carlo, l’IDI, l’Ospedale Vannini tutti di Roma, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’Azienda Ospedaliera di Pisa, l’Ospedale pediatrico Meyer e l’Azienda Ospedaliera Careggi di Firenze, l’Ospedale di Conegliano, l’Asl di Livorno, solo per citarne alcuni.
In ambito industriale, tra gli altri, affidano a G.S.A. la sicurezza dei loro stabilimenti in Italia anche Fincantieri, Eni ed Exxon.
Consolidano la propria crescita anche le divisioni Facility Management e Security confermando l’intero parco clienti. Fra questi spiccano tutti gli stabilimenti del gruppo Pasta Zara, di lsotta Fraschini, l’USL 9 di Treviso ed il Centro Internazionale di Ricerca Sincrotrone di Trieste. Fra le nuove acquisizioni si possono ricordare gli uffici della Provincia di Padova, le sedi di regione Puglia E toscana, l’Asl di Caserta, l’Università di Udine.
“Il 2015 ha già dato motivi di notevole soddisfazione – conclude l’azionista di riferimento Alessandro Pedone – come l’ammissione alle Società aderenti al Progetto Elite di Borsa Italiana che conferma G.S.A. S.p.A. come uno dei soggetti più dinamici e promettenti del panorama nazionale. Abbiamo fatto bene, ma vogliamo fare meglio: innovazione, puntualità, serietà e determinazione restano i caposaldi dei nostri valori. Avevamo previsto ampi margini di sviluppo sul mercato italiano e i numeri ci danno ragione. Il nostro obiettivo è continuare a crescere, con i nostri mezzi, creando occupazione, consolidando l’immagine positiva dell’imprenditoria italiana in Europa e puntando a raggiungere i 100 milioni di fatturato entro il 2018, e chissà forse anche la quotazione ”.

GSA IN CIFRE
Fatturato consolidato esercizio 2014: 45,935 milioni di euro
Crescita del fatturato sul 2014: + 10,62%
Margine Operativo Lordo: + 16,09%
Utile netto: 2,1 milioni di euro
Crescita utile netto: + 31.08%
Oneri finanziari: 0,77%
Nuove commesse a portafoglio al 31 dicembre 2014 e per il prossimo triennio: 87 milioni di euro
Dipendenti: oltre 2.000
Previsione di fatturato esercizio 2015: 50 milioni di euro
Previsione fatturato esercizio 2018: 100 milioni di euro
Sedi: Roma, Tavagnacco-Udine, Aosta, Torino, Napoli, Bari, Lione (Francia), Chamonix (Francia)